Roberti: «Sì a un’Area Metropolitana giuliana realmente autonoma, no a contenitori vuoti utili solo a garantire poltrone al Pd»

Trieste, 11 novembre 2014

Il segretario della Lega Nord Trieste Pierpaolo Roberti tende la mano all’ipotesi di un’Area Metropolitana giuliana, rifiutando però la visione “semplicistica” di Cosolini. L’idea di costituire un’Area Metropolitana giuliana non sarebbe sbagliata, ma non può e non deve tradursi esclusivamente nell’aggregazione dei cinque Comuni più piccoli della nostra provincia. No dunque a contenitori vuoti –insiste Roberti- utili esclusivamente a incrementare il poltronificio del Partito Democratico e dei suoi alleati, sì a proposte serie e concrete che diano respiro al territorio e che rispondano alle sue reali necessità. Inserire la proposta Cosolini nel contesto della riforma degli enti locali voluta dall’assessore regionale Panontin, già peraltro bocciata dal Consiglio delle autonomie locali e avversata dalla stragrande maggioranza delle amministrazioni, non avrebbe alcun senso. Diamo piuttosto forma al progetto di una Trieste autonoma –continua il segretario leghista- attribuendole maggiori competenze e facendo sì che le imposte versate rimangano sul territorio. Se il sindaco si muoverà in tale direzione –conclude Roberti- la Lega Nord sarà al suo fianco; se invece si procederà nel verso di un riordino privo di contenuti, non potremo far altro che opporci fermamente e denunciare ai cittadini questo ennesimo tentativo di gettare fumo nei loro occhi.

 
Ultimi articoli: