Roberti: «Nuovi atti vandalici contro la sede della Lega»

Trieste, 18 ottobre 2014

Il segretario della Lega Nord Trieste Pierpaolo Roberti rende noto che, nella notte tra venerdì e sabato, mani ignote hanno imbrattato portone, muri e finestre della sede del Carroccio di via Machiavelli. Mentre noi stavamo definendo gli ultimi dettagli prima della partenza verso Milano –spiega Roberti- dove oggi stesso si terrà la manifestazione “Stop immigrazione”, le mani dei soliti ignoti hanno pensato bene di lordare con della vernice rossa il palazzo in cui è ospitata la sede provinciale del partito. Siamo di fronte all’ennesimo episodio che vede la Lega Nord vittima dell’intolleranza di alcune frange estremiste di sinistra, incapaci di confrontarsi in maniera civile e buone solo a mettere in atto azioni intimidatorie o a lordare il patrimonio, incuranti del fatto che poi le spese per il ripristino delle loro bravate ricadranno inevitabilmente sulla collettività. Mi auguro che nelle prossime ore il centrosinistra intenda dissociarsi ufficialmente: pur non essendo ovviamente direttamente responsabili –insiste il segretario leghista- i rappresentanti del Partito Democratico e dei suoi alleati, non condannando l'accaduto, farebbero il gioco di quei movimenti antidemocratici che, spesso impuniti, si permettono di intimidire persone e violare le più basilari regole del vivere comune. Posso solo promettere –conclude Roberti- che dal 2016, quando assumeremo la guida di Trieste, la musica cambierà e ci sarà maggior rigore nel far rispettare tanto la proprietà privata quanto il bene pubblico.

 
Ultimi articoli: