Roberti: «Una festa per Trieste per lanciare l’avversario di Cosolini nel 2016»

Trieste, 07 settembre 2014

Interessante proposta lanciata ieri, nel contesto del dibattito sul futuro del centrodestra a Trieste, dal segretario provinciale della Lega Nord: Pierpaolo Roberti ha infatti colto l’occasione, dal palco della festa del Carroccio e di fronte a Paolo Rovis (Nuovo Centrodestra), Everest Bertoli (Forza Italia), Alessia Rosolen (Un’Altra Trieste) e Claudio Giacomelli (Fratelli d’Italia), per proporre una “Festa per Trieste”, da tenersi a inizio estate 2015 al fine di lanciare la volata al candidato che sfiderà Cosolini a primavera dell’anno seguente. Il tempo stringe e va sfruttato al meglio –ha spiegato Roberti-: non possiamo pertanto aspettare la fine del 2015 per iniziare a discutere e poi magari trovarci con un candidato sindaco calato dall’alto, come accadde nel 2011. La priorità è quella di ricompattare tutte le forze politiche che si oppongono a questa amministrazione comunale e di dare finalmente voce a quella larga maggioranza di cittadini che sta subendo la latitanza della Giunta sui temi di maggior rilievo, quali il lavoro e le politiche sociali.

Risulta pertanto d’obbligo avviare da subito un confronto tra tutte le diverse anime che non vogliono la riconferma di Cosolini, partendo dalla condivisione di idee, valori e programmi e riconoscendo a tutte pari dignità, ponendo da parte qualsivoglia diritto di prelazione. La Festa per Trieste, una settimana di dibattiti e confronti, servirebbe ad alimentare quel fuoco che già arde nel cuore della stragrande maggioranza dei triestini e a lanciare, attraverso un faccia a faccia tra i diversi concorrenti, le primarie che vedranno emergere il candidato unitario che avrà il compito di sconfiggere il centrosinistra alle prossime amministrative. Un’opportunità insomma –ha concluso Roberti- per riunire un popolo, quello appunto dei moderati, e restituire alla città quel ruolo che le compete sia su base regionale che nazionale, che purtroppo a causa dell’imperizia del centrosinistra è andato perso.

 
Ultimi articoli: