Fedriga: «La polizia locale deve diventare un punto di riferimento per i cittadini»

Trieste, 22 aprile 2011

«Ottimizzare le risorse, migliorare la qualità del servizio e diventare un punto di riferimento per i cittadini.»


Il candidato sindaco della Lega Nord on. Massimiliano Fedriga interviene sul ruolo della polizia locale e sull’impegno che la prossima Giunta dovrà mettere in campo per migliorarne il servizio.
«Le forze di polizia locale –spiega il deputato- devono diventare un punto di riferimento in termini di sicurezza e a sostegno dei cittadini, in particolar modo nelle zone in cui vi sono ancora persone che hanno paura di uscire di casa dopo una certa ora.»
«L’armamento del corpo diventa dunque un fattore imprescindibile –così ancora Fedriga- per assicurarne la massima efficienza, specie durante i turni di notte, nel contesto di una turnazione spalmata sulle 24 ore, e nel pronto intervento.»
«Un altro aspetto importante –continua il candidato sindaco- riguarda l’ottimizzazione delle risorse umane: per questo, sarebbe utile accorpare gli uffici del comando, dei servizi specialistici e dei distretti territoriali (eccetto quello dell’altopiano) presso un’unica sede. L’obiettivo della prossima amministrazione sarà dunque finire i lavori alla caserma Beleno, per permettere di concentrare lì tutti gli uffici e le attività.»
«In ultima battuta –conclude Fedriga-, dobbiamo dare piena attuazione all’istituzione del “vigile di quartiere”, in modo tale da garantire un controllo effettivo del territorio anche per quanto attiene alla microcriminalità e per dimostrare quotidianamente la vicinanza dell’amministrazione ai cittadini in materia di pubblica sicurezza.»

 

 
Fedriga aggredito in campo San Giacomo

Trieste, 21 aprile 2011

Il segretario provinciale e candidato sindaco della Lega Nord on. Massimiliano Fedriga è stato aggredito oggi in campo San Giacomo da un esagitato. L’episodio, verificatosi stamattina durante l’incontro programmato dal deputato con i cittadini del rione, è avvenuto sotto gli occhi dei passanti: l’uomo, dopo gli iniziali insulti, è passato alle vie di fatto e ha sferrato due pugni a un attivista del movimento, salvo poi essere bloccato in tempo dagli altri presenti mentre si trovava sul punto di alzare le mani sul parlamentare. Intervenute d’urgenza sul posto, le forze dell’ordine hanno provveduto a fermare l’individuo.  
«Nemmeno a volerlo fare apposta, proprio oggi sono intervenuto sul tema della sicurezza a San Giacomo –ha poi dichiarato Fedriga-. Fuori da ogni ipocrisia e strumentalizzazione, è chiaro che questo costituisce un episodio isolato, che ha visto per protagonista uno squilibrato. Va tuttavia evidenziato come il clima di tensione, alimentato da parte dell’opposizione, possa trovare terreno fertile nelle menti più fragili. Invito pertanto tutte le forze politiche –ha poi concluso il candidato sindaco- a non esasperare i toni del confronto, concentrandosi sui reali problemi della gente anziché su uscite a scopo propagandistico.»

 

 
Fedriga presenta i candidati consiglieri: «Rinnovare la politica per avvicinarla ai problemi della gente»

Trieste, 18 aprile 2011

La Lega Nord ha presentato oggi, presso la sede elettorale di piazza della Borsa, la propria squadra di candidati in corsa per i Consigli comunale e provinciale.

«Un gruppo coeso –così il candidato sindaco on. Massimiliano Fedriga-, che punta con decisione al rinnovamento dell’amministrazione cittadina. I nomi sono stati scelti in base alle capacità dei singoli e all’anzianità di militanza, dando così vita a un giusto mix professionale e anagrafico. Non si tratta dunque di un semplice agglomerato di nomi la cui capacità dovrà appena essere messa alla prova, bensì di una rosa eterogenea quanto affidabile.»
«Tra i nostri obiettivi primari vi è l’introduzione di un approccio nuovo nel modo di intendere la politica. Niente scelte “d’élite” né operazioni di marketing –continua il deputato-, ma un elenco di persone vicine al territorio e alle sue esigenze. Uscire dai salotti e andare tra la gente: è solo così che si possono trovare le giuste risposte alle istanze dei nostri concittadini.»
«Stop alla “parentopoli” e alla cumulabilità degli incarichi: tra i nostri candidati –ha così rimarcato con orgoglio Fedriga- non trovano spazio mogli, figli, fratelli e cugini di amministratori pubblici. Questo è lo spirito necessario a ricucire lo strappo fra società civile e politica.»
«Vogliamo che i cittadini siano orgogliosi della propria classe dirigente –ha poi concluso il più giovane dei candidati sindaci ammessi alla tornata di maggio-, non che se ne vergognino.»

 
MOZIONE URGENTE

Trieste, 15 aprile 2011 Maurizio Ferrara – capogruppo Lega Nord                                                           

 

Premesso che la Caserma di Borgo Grotta, nel Comune di Sgonico, sarebbe stata indicata inizialmente come uno dei tredici centri dove l’Italia potrebbe ospitare da subito migranti nordafricani;

considerato che la medesima caserma risulta oramai abbandonata e da bonificare;

considerato, ancora, che la stessa struttura non risulta dotata di un moderno sistema di tele sorveglianza;

ipotizzato, inoltre, che gli organici delle forze di polizia non consentono un utilizzo del personale in ulteriori compiti di controllo sui migranti senza il rischio di ridurre l’operatività in altri servizi istituzionali al servizio dei cittadini;

ipotizzato, ancora, che tra i migranti potrebbero sempre esserci dei terroristi che, approfittando della vicinanza del confine territoriale con la Slovenia, sarebbero in grado di far perdere le loro tracce senza particolari difficoltà, con tutti i conseguenti rischi per la popolazione europea;

noto che anche il Comune di Trieste subirebbe tutte le conseguenze di una situazione di questo tipo,


IMPEGNA IL SINDACO


ad intervenire immediatamente presso la Regione e la Provincia di Trieste per esprimere il parere assolutamente contrario del Consiglio comunale di Trieste all’accoglimento dei migranti nordafricani nella Provincia triestina. Inoltre, nel caso tale mozione non dovesse trovare accoglimento, si invita il Sindaco, considerata la grande solidarietà espressa pubblicamente da molti soggetti ( cittadini –politici –enti –associazioni –giornalisti -intellettuali )nei confronti della popolazione nordafricana migrante, di inviare a tutti i cittadini un formulario, da restituire compilato, per dichiarare la disponibilità ad accogliere gratuitamente e sotto la propria responsabilità, nelle proprie abitazioni o sedi destinate alle diverse attività, i migranti nordafricani. Quanto sopra al fine di dimostrare concretamente la disponibilità e solidarietà espresse verbalmente in particolare da coloro che continuano a criticare le politiche del Governo nazionale ed in particolare della Lega Nord. Tale disponibilità dovrà costituire un impegno per i firmatari del formulario ed i nominativi dovranno essere inviati agli uffici competenti.




 


 
Fedriga: «Più opportunità per le nuove imprese con il “progetto 5x5”»

Trieste, 20 aprile 201

«La nascita di nuove attività imprenditoriali è imprescindibile per rilanciare l’economia cittadina.»


Il candidato sindaco della Lega Nord on. Massimiliano Fedriga presenta tra i primissimi punti del suo programma proprio lo sviluppo delle imprese.     
«Il Comune deve fare la sua parte –spiega il deputato- per agevolare l’insediamento di nuove realtà appartenenti a ogni settore produttivo, favorendo così l’occupazione e il benessere dei nostri concittadini.»
«Attraverso il “progetto impresa 5x5” –spiega Fedriga-, la Lega propone dunque l’abbattimento per i primi cinque anni di Ici, Tarsu e addizionali a tutte quelle imprese che garantiranno un posto di lavoro fisso ad almeno cinque triestini. Compito dell’amministrazione sarà anche mettere a disposizione dei privati gli immobili e i terreni in disuso: in cambio di un canone simbolico, intere zone degradate potranno così essere riqualificate e di fatto restituite alla città.»

 

 
Fedriga sui rom liberati: «Subito un’interrogazione al Ministro Alfano»

Trieste, 18 aprile 2011 

Due rom, arrestati per aver compiuto numerosi furti tra Trieste e Gorizia, sono stati scarcerati per errori procedurali nel deposito degli atti. Dura la reazione del candidato sindaco della Lega Nord on. Massimiliano Fedriga, che ha subito deciso di interessare il Ministro della Giustizia Angelino Alfano.    
«Trovo indecente che due delinquenti conclamati siano stati rimessi in circolazione per un cavillo burocratico –spiega il deputato-. La loro colpevolezza era evidente: a seguito degli interrogatori era stato infatti reso possibile il recupero di buona parte della refurtiva.»
«Ecco perché ho deciso di interessare personalmente in Ministro della Giustizia Alfano –continua il parlamentare-, affinché valuti l’eventualità di promuovere azioni disciplinari contro i responsabili della vicenda. Non è la prima volta che si verificano episodi simili: ricordo di essere già intervenuto pubblicamente, a settembre 2009, a seguito della liberazione di tre albanesi per la decorrenza dei termini di custodia cautelare. Non possiamo –conclude Fedriga- porre a repentaglio la sicurezza dei cittadini a causa di sviste così grossolane.»

 

 
<< Inizio < Prec. 51 52 53 54 55 56 57 Succ. > Fine >>

Pagina 55 di 57
Chiediamo il tuo contributo chiaro e trasparente per finanziare la grande battaglia federalista per la Libertà' della Padania!